DEEA i Vini Bio Vegan di Codice Citra Abruzzo – Firenze

Share Button

Citra Biovegan

Codice Citra presenta DEEA la linea di vini
BioVegan “senza compromessi” nel rispetto
dell’alimentazione vegana e della sostenibilità ambientale.

DEEA

In tre espressioni, ogni vino di questa
linea: Ama la Natura: E’ un omaggio alla Terra, nostra Madre e fonte di vita. I consumatori possono degustare vini da uve biologiche con
l’ulteriore certificazione Vegan Rispetta la Natura: il packaging è 100% riciclabile Protegge la Natura: sostiene i progetti Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise

Citra Biovegan 2

Perché questa scelta?

Negli ultimi anni sta crescendo il numero di persone vegane e, questo, richiede un progressivo adattamento a

fornire prodotti che possano rispondere a questa filosofia di vita. Inoltre, oggi, un consumatore su 5 (20%)

acquista abitualmente biologico e la propensione al consumo di prodotti a carattere salutistico supera di molto

la metà dei consumatori. Nelle fasce di persone più giovani il consumo consapevole sale addirittura al 62%.

Basti pensare che nel mondo la superficie a uva biologica è passata da 83.500 ettari nel 2002 a 311.600 nel 2013,

segno che le uve biologiche attirano l’interesse anche dei produttori.

Quindi, il mercato richiede sempre di più prodotti che abbiano un contenuto salutistico maggiore e siano in

grado di occuparsi dell’ambiente in maniera ecosostenibile, riguardo ai problemi legati allo smaltimento o allo

sfruttamento del patrimonio floro-faunistico. Vini BioVegan che uniscono Gusto, Bontà, Salute e sono….

L’azienda, grazie alla possibilità di poter scegliere i migliori cru prodotti dagli oltre 6.000 ettari di vigneti, disposti

su un territorio che va dal mare alle pendici della montagna, ha realizzato questi vini che offrono il valore

aggiunto della certificazione biovegan. I vini della linea DEEA mantengono assolutamente il gusto, l’aspetto, il

sapore ed il grado alcolico dei vini tradizionali, ma, nel rispetto dell’alimentazione vegana, non contengono

sostanze di origine animale e sono, quindi, vini ottimi e apprezzabili da tutti, sicuramente anche da chi vegano non è.

…..“senza compromessi” perché anche nel packaging rispettano la Natura !

Da tempo Citra ha messo in atto un progetto ambientale basato sulla “green economy” e sull’uso di energie

sostenibili. La prima attività di questo progetto, realizzata nel 2011, è l’attivazione di un impianto fotovoltaico da

200 kWh ad impatto zero. L’energia prodotta viene riutilizzata internamente per il funzionamento dei processi produttivi.

La coerenza di realizzare vini BioVegan sta anche nel seguire la strada del “senza compromessi” ovvero offrire ai consumatori vini rispettosi

oltre che della salute, anche dell’ambiente poiché tutto il packaging è stato scelto per essere eco-sostenibile.

1. Bottiglia Borgognotta “Cristina” in vetro leggero, riciclabile che permette la minor produzione di rifiuti e un risparmio di CO2 emesse nell’atmosfera.

2. Capsula riciclabile, realizzata foglia termoplastica in poliestere (PET) rigido, estruso, orientato (termoretraibile), atossico.

3. Etichetta prodotta su carta naturale

4. Tappo Nomacorc Select BIO con tecnologia Plantcorc, brevetto per un tappo ecosostenibile a controllo di

ossigeno, offre una presa migliore e più soffice al tatto, aspetto visivo che riporta alla corteccia, con venature

e disegni. Il primo tappo da vino al mondo senza impronta di carbonio. Polimeri rinnovabili di origine vegetale

100% riciclabile. Riduce al minimo l’impatto ambientale, prevenendo la degradazione e gli sprechi causati

dalle alterazioni del vino. Realizzato con energia rinnovabile al 100% e un consumo minimo di acqua, che

consente l’ingresso costante della giusta quantità di ossigeno, in base alle preferenze del viticoltore. Ideale

per vini di ottima qualità destinati all’invecchiamento.

5. Cartone in Carta Riciclata La produzione della carta riciclata si basa sulla tecnica del riciclaggio della materia prima

(carta, cartone) e consente di ridurre il taglio di nuovi alberi per produrre carta. Basti pensare che per

produrre una tonnellata di carta dalla cellulosa vergine sono necessari almeno 15 alberi. Riutilizzando i

materiali cartacei di scarto si riduce anche la quantità dei rifiuti destinati alla discarica e all’incenerimento

Vantaggi:

Meno alberi tagliati: minore utilizzo di legname vergine e, quindi, di taglio di nuovi alberi Meno rifiuti: minore quantità di rifiuti in discarica

La linea di vini Biovegan DEEA è realizzata da uve biologiche di Montepulciano e Trebbiano. Il nome DEEA vuole

celebrare la “Terra” perché è sacra, è madre e vita. Ogni vignaiolo venera la sua Terra e ha un rapporto vitale con

essa, affidando al suo ventre le radici della vite; può essere definito “un artista” perché ne segue la crescita

plasmando la struttura, dando vita a forme architettoniche uniche. Inoltre, questi vini “proteggono” la Terra

poiché parte dei ricavi sosterranno i progetti del Parco Nazionale d’Abruzzo.

In tre espressioni, ogni vino di questa linea:

Ama la Natura: E’ un omaggio alla Terra, nostra Madre e fonte di vita. I consumatori possono degustare vini da uve biologiche con l’ulteriore certificazione

Vegan; Rispetta la Natura: il packaging è 100% riciclabile ;

Protegge la Natura: sostiene i progetti Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise;

Contatti

Zone

Firenze – Prato – Pistoia

Mob: 335.399250

vanninirappresentanze@gmail.com

, , , , ,

Comments are closed.